Citosina arabinoside

Citosina arabinoside



Meccanismo d’azione:
Agente antimetabolico che danneggia il DNA tumorale alterandone la sintesi; inibisce la nucleosidedifosfatoriduttasi e la DNA polimerasi bloccando la replicazione cellulare.
La citosina arabinoside (Cytarabine) ha proprietà antivirali ed immunosoppressive.
Indicazioni: farmaco impiegato per la terapia delle leucemie e dei linfomi sia nella fase di induzione che nel mantenimento; è il chemioterapico d’elezione per le forme di linfoma extranodali (oculare somministrato per via sottocongiuntivale e nervoso per via intratecale).
Somministrata per via endovenosa e sottocutanea è metabolizzata al livello epatico ed eliminata dall’emuntorio renale; la somministrazione endovenosa lenta può indurre mielosoppressione.
Controindicazioni: la citosina arabinoside è un chemioterapico a bassa tossicità che può essere utilizzato in associazione con altri chemioterapici, la somministrazione contemporanea con la ciclofosfamide è tollerata solo per brevi periodi di terapia.
Controindicata in pazienti con ipersensibilità al principio attivo ed in soggetti con funzionalità epatica compromessa

Effetti collaterali: