La minzione

La minzione

Dott.ssa Monti Claudia – claudja71@hotmail.com

La minzione ha inizio volontariamente solitamente in seguito all’impulso che viene percepito dal soggetto quando la vescica ha raggiunto una certa distensione, grazie a recettori di stiramento vescicali che inviano segnali al centro della minzione situato nel cervello. La contrazione dei muscoli addominali ed il rilasciamento del muscolo perineale sono i primi di una serie di eventi che includono un aumento della stimolazione parasimpatica della vescica , con conseguente contrazione del muscolo detrusore, e l’inibizione del tono simpatico ?-adrenergico con conseguente rilasciamento dello sfintere uretrale.

Le strutture muscolari che intervengono nella minzione sono perciò:

1. il muscolo detrusore della vescica, costituito da fibre muscolari lisce: contraendosi consente l’evacuazione dell’urina ; rilasciandosi consente l’accumulo di urina;

2. lo sfintere uretrale interno, costituito da fibre muscolari lisce;

3. lo sfintere uretrale esterno costituito da fibre muscolari striate. Gli sfinteri uretrali interno ed esterno mantengono un certo tono durante la fase di accumulo di urina e si rilasciano per consentirne l’evacuazione in sincronia con la contrazione del muscolo detrusore .

Un disordine a carico di uno di questi punti può determinare il manifestarsi dell’incontinenza urinaria. Questa può avere perciò sia cause neurologiche che non neurologiche.

Diapositiva02

Precedente Successivo