Vai al contenuto

Malassezia: diagnosi

Diagnosi

Dott.ssa Chiara Dissegna – chiara.dissegna@libero.it

La diagnosi di dermatite da Malassezia è basata sull’anamnesi, sull’esame obiettivo, su esami complementari che rivelino la presenza del lievito e sulla risposta a specifici trattamenti.

Citologia

Il test diagnostico d’elezione è la citologia. Esitono diverse metodiche per ottenere un campione e sono:

  1. prelievo per impressione: soprattutto in caso di lesioni a carattere essudativo od oleoso, applicando direttamente il vetrino sulla lesione sospetta
  2. prelievo con nastro adesivo
  3. prelievo per raschiatura: con una lama o un bisturi
  4. prelievo mediante tampone

Diapositiva4

Il campione viene fissato con il colore e colorato. Poichè Malassezia può essere osservata anche all’esame citologico di soggetti sani, numerosi studi hanno proposto criteri per stabilire qual’è il numero di lieviti che dovrebbe essere considerato significativo. Probabilmente identificare 1 lievito per campo a 1000X ad immersione è da considerarsi patologico, in un soggetto con lesioni cliniche comparabili.

Coltura micotica

La coltura dimostra la presenza della specie di Malassezia sulla cute o sul pelo del cane. I terreni più idonei sono il Sabouraud Agar destrosio e l’Agar Dixon modificato. La temperatura è compresa tra i 32 e i 37° ed in atmosfera contenete il 5-10 % di CO2 si ottiene la crescita ottimale in 72 ore.

Diapositiva5

Coltura di Malassezia pachydermatis

E’ un test poco utilizzato: a positività della coltura infatti ha scarso valore diagnostico poichè, come già detto, Malassezia fa parte della normale flora del cane.

Esame istopatologico

Si può eseguire su biopsie cutanee; esso rileva spesso la presenza di Malassezia sulla superficie dell’epidermide (sullo strato corneo) o nei follicoli piliferi.
Tuttavia, la loro assenza non esclude la dermatite da Malassezia. Infatti il prelievo può essere stato compiuto in un’area non infetta e/o i lieviti possono essere stati eliminati durante la preparazione per l’esame istopatologico.
Nella dermatite da Malassezia si possono osservare varie lesioni come ipercheratosi ortocheratosica con marcati foci di ipercheratosi, acantosi e spongiosi con sporgenza irregolare di vasi sanguigni, esocitosi linfocitica nell’epidermide e pustole intraepidermiche contenenti neutrofili o eosinofili.

Diapositiva5

Esame istopatologico di un cane con dermatite da Malassezia. Presenza di lieviti nello strato corneo

Precedente Successivo