News

Immagine 2 In questa sezione ci riproponiamo di aiutare il lettore a farsi un’idea propria sulla polemica di qualche anno fa in seguito alla pubblicazione di un articolo su “The Lancet”  circa l’inefficacia della terapia omeopatica

SVIZZERA

La Svizzera è il primo paese ad aver inserito nella propria Costituzione le Medicine Complementari. Il 17 maggio 2009, il 67%dei votanti ha decretato il successo del referendum sul “il Si alla medicina Complementare”, al termine di un lungo percorso incominciato nel 1999 (continua).

L’11 marzo 2010 con la pubblicazione del documento “Safety issues in the preparation of homeopathic medicines” l’OMS riconosce pari dignità all’omeopatia rispetto agli altri paradigmi medici, sgomberando il campo da qualsiasi ostilità nei confronti della stessa (continua)

“Omeopatia: stregoni alla riscossa”: risposta della dott. Antonella Ronchi, presidente FIAMO, alla sentenza dei medici britannici che hanno approvato una mozione per chiedere l’esclusione dell’omeopatia dalle prestazioni del servizio sanitario nazionale.

Pari dignità per il farmaco omeopatico: cascata fino al farmaco omeopatico umano senza passare per il medicinale allopatico” da La Professione Veterinaria 17/2010

Successo ad Arezzo per il secondo incontro di medicina omeopatica veterinaria. Sabato 24 aprile ad Arezzo nella splendida Sala dei Grandi del Palazzo della Provincia si è svolto il “Secondo incontro di Medicina Omeopatica Veterinaria”, che ha replicato il successo del primo convegno realizzato nel 2008.

.

Science intervista il premio nobel dr. Luc Montagnier sull’omeopatia e segnali elettromagnetici

Ippocrate: omeopatia. Sono 8 i milioni di italiani che si curano con l’omeopatia, rimedio farmacologico guardato con sospetto dalla medicina tradizionale: a causa delle diluizioni del principio attivo, non se ne trova traccia nel prodotto finale. Eppure, sostengono in molti, per certe patologie funziona. Il dottor Gustavo Domici omeopata della FIAMO

 

L’unico ospedale d’ Europa che ti cura con l’omeopatia. «Come funziona? E chi lo sa. Però gli effetti che constatiamo sono reali. Il professor Garattini si chieda perché 11 milioni d’italiani la cercano»

 

“Troppe generalizzazioni sull’omeopatia” Tre esperti rispondono alle affermazioni del professor Giuseppe Remuzzi

MILANO – divampa la polemica sull’ultima ricerca del Premio Nobel per la Medicina Luc Montagnier, che in un lungo articolo scientifico pubblicato sulla rivista “Journal of Physics” dimostra l’esistenza di una “memoria dell’acqua biologica”, in grado di mantenere traccia del DNA batterico anche al di sotto alla soglia minima di presenza dello stesso, e quindi – sostengono gli omotossicologi – può forse dimostrare anche la funzionalità di principi attivi farmacologici superdiluiti.

 

L’omeopatia piace al Mmg – La propone ai pazienti il 52,2& dei dottori. la richiesta-più informazione. Piace molto agli italiani che in ben 11 milion, secondo le ultime stime, non esiterebbero a farne uso. Piace, anche se un po’ meno, ai medici di base: l’omeopatia, di cui l’11 aprile si è celebrata come ogni anno la Giornata internazionale, viene proposta dai Mmg ai loro pazienti nel 52,2 % dei casi.

 

Farmaci, Federanziani: 40 mila morti ogni anno e 10 miliardi per reazioni avverse. “Quello di Federanziani è uno studio molto importante perché mostra il potenziale di pericolo delle reazioni avverse e della non gestione” così il direttore generale dell’AIFA Guido Rasi ha commentato la presentazione dello studio di Federanziani sulle conseguenze delle reazioni avverse ai farmaci in Italia.

Farmaci omeopatici. Fazio: “In Italia solo quelli sicuri”

Il “suicidio omeopatico” del CICAP – dott. Pindaro Mattoli, Medico Omeopata