Otite cronica proliferativa

Otite cronica proliferativa

Il condotto esterno dell’orecchio risponde all’infiammazione cronica di derma ed epidermide con iperplasia e dilatazione delle ghiandole ceruminose. Queste alterazioni si associano ad un incremento nella produzione di cerume; tuttavia l’aumento di umidità e pH e la diminuzione del contenuto lipidico del cerume predispongono l’animale affetto a infezione secondaria. Nelle fasi finali dell’otite, di solito, si verificano rottura delle ghiandole apocrine, degenerazione delle ghiandole sebacee, stenosi del condotto e fibrosi o ossificazione (o entrambi) dello stesso. Poichè alterazioni permanenti del condotto possono avvenire per qualsiasi causa di otite esterna, in tutti i casi di otite bisogna individuare i fattori primari predisponenti e perpetuanti del focolaio.

Otite infiammatoria o iperplastica idiopatica

Esiste una forma di otite giovanile proliferativa di grave entità che colpisce soprattutto il Cocker Spaniel. Non sono necessariamente presenti concomitanti condizioni dermatologiche, ma queste vanno escluse per una gestione adeguata della patologia. La causa di questa condizione è sconosciuta ma potrebbe essere dovuta a un disordine ghiandolare primario.

Precedente Successivo