Otite otodettica (scabbia otodettica, rogna auricolare)

Otite otodettica (scabbia otodettica, rogna auricolare)

Dott.ssa Chiara Dissegna – chiara.dissegna@libero.it

Agente eziologico
L’otite otodettica è causata dall’infestazione di acari della specie Otodectes cynotis.



Gli acari sono bianchi e voluminosi e si possono facilmente rilevare utilizzando un otoscopio da ingrandimento. Si possono anche vedere ponendo una certa quantità dell’essudato auricolare su una superficie scura, silla quale i parassiti appaiono come dei punti bianchi e mobili.
Sebbene l’intero ciclo biologico (uova, larva, ninfa, adulto) avvenga sull’ospite e possa completarsi nel giro di un mese, questo acaro non è strettamente ospite-specifico: può infatti infestare cani, gatti e volpi.

L’otodectes cynotis è un acaro psoraptide che non scava gallerie, ma vive sulla superficie della pelle, non perforandola alla ricerca di liquidi tissutali, bensì nutrendosi di detriti epidermici.
Gli acari si possono ritrovare in parti del corpo diverse dal condotto uditivo: la coda, il dorso e la testa sono i siti preferiti.

Precedente Successivo