Postoperatorio

Postoperatorio

Dott. Simone Amaglio – info@vetzoonosis.net

Anche nel migliore dei casi la tosse può persistere per alcune settimane dopo l’intervento; in genere si ottiene un netto miglioramento a 2-3 settimane circa dall’intervento.

Diapositiva01


In seguito alla chirurgia od alla presenza degli anelli, i pazienti possono sviluppare tosse, emorragie, danni alle vie aeree od anche paralisi laringea (tracheotomia). In casi particolarmente gravi i pazienti possono addirittura non superare l’operazione. Spesso i cani continueranno a tossire per il resto della vita, anche se la gravità e l’intensità della tosse sarà inferiore alla condizione pre-operatoria; può anche accadere che i sintomi del collasso persistano dopo l’intervento nelle regioni non sostenute dalle protesi esterne.

Le protesi interne possono a loro volta causare irritazione e tosse, infezioni e necrosi tracheali nei casi di protesi sterilizzate in modo non adeguato. Nei casi di grave infiammazione si può sviluppare un tessuto di granulazione tra le maglie dello stent od alle sue estremità provocando la stenosi delle vie aeree, mentre stent inseriti all’entrata del torace dove la trachea forma una piega possono rompersi per i movimenti continui del collo od in seguito a tosse persistente; stent troppo piccoli possono scivolare in avanti o indietro rendendo la loro applicazione vana.

Diapositiva02


Tutti i pazienti chirurgici vanno comunque tenuti sotto regime terapeutico dopo l’intervento ed in tal senso l’uso di corticosteroidi dovrebbe servire per prevenire l’edema e l’irritazione dopo applicazioni protesiche.

I proprietari devono tenere controllato il peso del loro animale e tenerlo lontano da inquinanti delle vie aeree; devono altresì evitare l’uso di collari cosiddetti a strozzo e, nei mesi invernali, tenere umidificata l’aria secca e calda di casa.

Precedente Successivo