Shunt porto-sistemico: eziologia

Eziologia

Dott.ssa Chiara Scerna – chiara.scr@alice.it


La forma congenita è tipica di alcune razze che risultano più predisposte di altre; Schnauzer Nano, Yorkshire  Terrier, Irish Wolfhound, Bobtail, Labrador e Golden Retriver, Pastore tedesco, Setter e Samoiedo per i cani,  Europeo, Himalayano e Persiano per i gatti. I soggetti maschi interessati da tale patologia sono frequentemente affetti anche da criptorchidismo.

Gli shunt acquisiti sono secondari ad epatopatie occlusive, cirrosi ed epatiti croniche; come conseguenza dell’ipertensione portale si rendono attive connessioni vascolari residuali porto-sistemiche.  Sono più rari nel gatto rispetto al cane dove l’incidenza di patologie epatiche il più delle volte è maggiore.

Qualsiasi sia il tipo di shunt porto-sistemico il circolo enteropatico è compromesso; la vena porta attraverso i suoi rami principali convoglia il sangue dallo stomaco, dall’intestino, dalla milza e dal pancreas verso il fegato, organo deputato al metabolismo ed alla detossificazione delle sostanze presenti nel sangue, compresi i farmaci e le tossine. Dal fegato attraverso la vena cava il sangue “filtrato” viene riversato nel circolo sistemico.

La presenza di connessioni vascolari anomale fa si che il sangue, oltrepassando il fegato, raggiunga direttamente il torrente circolatorio senza essere stato detossificato. Le sostanze tossiche normalmente disattivate dal fegato sono libere di circolare mentre quelle con tropismo epatico (insulina, citochine) che sono utili al fegato lo bypassano, causando atrofia dell’organo e microepatia.

Tra gli shunt singoli una piccola percentuale è rappresentata dalle Fistole Aterovenose (AV) congenite per difetti nello sviluppo embrionale o acquisite a seguito di interventi chirurgici, processi degenerativi, traumi e neoplasie. Le Fistole AV sono connessioni vascolari anomale tra arteria epatica e vena porta che comportano ipertensione portale e versamenti peritoneali (ascite).
Bibliografia:
Nelson RW, Couto CG “Medicina Interna del cane e del gatto” seconda edizione italiana Masson, 2002.
Michael Schaer “Medicina clinica del cane e del gatto” Edizione Masson Elsevier. Milano. 2006.
Wilfried R. Kraft,Ulrich M. Dürr “Trattato di medicina e chirurgia del gatto” Edizioni Masson S.p.A. Milano. 2001.
J. K. Kealy,H. McAlliste “Radiologia e ecografia diagnostiche del cane e del gatto” Edizioni Elsevier Masson Milano. 2006.
Theresa Welch Fossum,Cheryl S. Hedlund,Ann L. Johnson “Chirurgia dei piccoli animali” Terza edizione Elsevier Masson. Milano. 2008.

Precedente Successivo